27 ottobre 2013

Crisi, maestra di buone abitudini

Chi di voi non si è trovato a maledire o a sentir maledire la crisi che già da un po' di tempo accompagna le nostre giornate? Eppure pare che una cosa buona questa crisi l'abbia fatta.
Infatti, diminuendo di un 10% l'acquisto di dolci fatti nelle pasticcerie, non solo ci ha portato a riscoprirci quali consumatori "parsimoniosi" e inventivi nell'arte del riutilizzo, ma anche a rispolverare la nostra vena di "chef".

Stando ai dati della Coldiretti (dati Istat) noi italiani nell'ultimo anno abbiamo speso in media appena 147 euro presso pasticcerie e simili, optando piuttosto per quella che definirei la logica del "impastatelo da te". Diminuiscono le tradizionali file della domenica davanti alle pasticcerie e aumentano in casa le "mani in pasta" di chi, come noi, ama mettersi alla prova e crede nella genuinità dei dolci fatti in casa, realizzati con amore, passione e curiosità.

Il nostro, come i tanti altri blog che ogni giorno spuntano in rete figli della gran voglia di condivisione protagonista della nostra epoca, è stato creato e continua ad essere alimentato dai nostri contributi per poter scatenare in ognuno di voi la voglia di sentirsi "artefici" in prima persona delle bontà con cui si sceglie di festeggiare in famiglia o tra amici.

La soddisfazione è garantita, come lo sono anche il risparmio e la qualità di ciò che mangiamo.

Quindi con maggior ragione vi diciamo... c'mon, DO IT YOURSELF and enjoy it!


Mariangela Di Berardino

Fonte dati: http://design.repubblica.it/2013/10/25/do-it-yourself-i-dolci/?ref=HRLV-19#1

20 ottobre 2013

Torta Tenerina Ferrarese

La Torta Tenerina, soprannominata "torta tacolenta" per via della sua consistenza interna che si scioglie in bocca, è una specialità della città di Ferrara (Emilia Romagna), le cui origini risalgono ai primi del '900.
La tradizione racconta che fu creata in onore a Elena Petrovich, moglie dell'allora re d'Italia Vittorio Emanuele III. 
Esistono tantissime varianti della Torta Tenerina ma due sono le cose che la caratterizzano sempre: il cioccolato fondente come ingrediente principale e la cottura; sarà perfetta quando si formerà sulla sommità del dolce una croccante crosticina, nascondendo però al suo interno un dolce cuore tenero e umido.  Realizzare questo dolce è semplice e può essere decorato in mille modi diversi. La rifinitura classica è quella realizzata con una spolverata di zucchero a velo.

INGREDIENTI:
200g di cioccolato extra fondente
100g di burro (freddo)
3 uova medie (separando tuorli e albumi)
150g di zucchero
3 cucchiai di latte
60g di farina
Un pizzico di sale

Zucchero a velo vanigliato 

Pre-riscaldate il forno a 180°. Spezzettate il cioccolato fondente e scioglietelo a bagnomaria finché non diventa una crema liscia e cremosa. Tagliate il burro a cubetti e aggiungetelo lentamente (2-3 cubetti alla volta per intenderci) al cioccolato fuso ancora sul fuoco, avendo cura di farlo assorbire bene prima di aggiungerne dell'altro. Quando avrete disciolto tutto il burro nel cioccolato, togliete il pentolino dal fuoco e lasciate intiepidire il composto.
NB: Se preparate il dolce nei periodi invernali vi consigliamo di tenere sempre da parte il pentolino con l'acqua calda dove avete realizzato il bagnomaria, poiché chiaramente il cioccolato tende a indurirsi più velocemente e avrà quindi bisogno di essere sciolto una seconda volta. 
Nel frattempo, montate i tuorli con metà dello zucchero indicato negli ingredienti (75gr) e battete fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Continuando sempre a battere col frullino, unite il cioccolato miscelato al burro, unitamente al latte tiepido e alla farina. Infine, versate la crema ottenuta in una ciotola capiente.
A parte montate a neve ben soda gli albumi con un pizzico di sale (che favorisca la montatura) e aggiungete poi lo zucchero restante, battendo fino a formare una crema bianca e compatta. Con l'aiuto di un cucchiaio di legno o una spatola, incorporate delicatamente gli albumi montati a neve alla crema precedente, mescolando dal basso verso l'alto. 
Imburrate e infarinate una tortiera (diametro 24cm) e versateci dentro l'impasto. Infornate a 180° x 25-30 minuti. 

A cottura ultimata, spegnete il forno e lasciate raffreddare il dolce in forno (tenendo lo sportello del forno socchiuso). Una volta che si sarà raffreddata per bene la potrete togliere delicatamente dallo stampo e decorare a vostro piacimento con lo zucchero a velo o qualunque altra cosa la vostra fantasia vi suggerirà. Ad esempio nella foto, trattandosi di un'occasione speciale, abbiamo optato per una glassa al cioccolato e riccioli di cioccolato bianco.

9 ottobre 2013

"Pionono" (Girella al dolce di latte)

Il "pionono" è la versione sudamericana del nostro rotolo di pan di spagna ripieno. Un dolce ideale per la merenda ma anche per la colazione, perfetto per le feste servito tagliato a fette e dentro dei pirottini colorati. È di veloce preparazione ma richiede cura e manualità nel confezionarlo. Potete farcirlo con quello che vi piace di più ma se volete togliervi lo sfizio di provare la particolarità del pionono autentico, riempitelo di dolce di latte e vedrete che bontà!

 INGREDIENTI:
4albumi d'uovo
4 tuorli d'uovo
100g farina
100g zucchero
1 cucchiaio di lievito
1 bustina di vanillina

PREPARAZIONE: 
Battete bene  gli albumi con l'aiuto di uno sbattitore (velocità 3) e poi aggiungetevi a velocità 1 lo zucchero.
Mantenendo la stessa velocità, aggiungete i tuorli e sbattete fino a rendere il composto omogeneo.

Mettete da parte lo sbattitore e, continuando a mano, aggiungete gradualmente la farina, il lievito e la vanillina setacciati mescolando con un movimento avvolgente (cercando di seguire sempre lo stesso senso).
Imburrate una teglia  e ricopritela con della carta da forno. Riversatevi l'intero composto livellandolo con una spatola, in modo da ricoprire tutta la teglia.
Cuocete in forno preriscaldato a 180º x 10 minuti.

Preparate uno strato di carta da forno della stessa grandezza del precedente e stendetelo sul piano di lavoro. Cospargetelo con dello zucchero al velo e poi stendeteci sopra rovesciata la pasta del rotolo appena sfornata, e con sotto la carta forno. Fate combaciare perfettamente gli angoli delle due e solo a questo punto staccate la carta dalla superficie . Spalmate uno strato di dolce di latte (o quello che preferite) e arrotolate delicatamente, eliminando ogni eccesso dai lati.
Tenete in frigo per un'ora ricoperto con la carta da forno prima di tagliare. Questo accorgimento renderà il dolce più compatto.

Infine, tagliate a fette (non troppo sottili altrimenti rischiate di ottenere delle fette pasticciate :P) e servite in tavola per la somma delizia dei vostri amici e parenti ^_^


















6 ottobre 2013

"Anicette al Vino Bianco"

Deliziose ciambelline dal profumo avvolgente e molto fragranti da accompagnare con un buon bicchiere di vino oppure a merenda o a colazione per concedersi uno spuntino leggero e goloso:) In particolare, se vi piace il sapore dell'anice le adorerete e, volendo, potrete aumentarne le dosi a vostro piacimento per renderlo ancora più forte.


INGREDIENTI:

1/2 cucchiaio di semi di anice
135ml vino bianco (noi consigliamo il Vermut che è più aromatizzato)
500g farina
1 pizzico di sale
170g zucchero
125ml olio di semi
4g  lievito chimico in polvere (ne favorisce la croccantezza)



Iniziate preriscaldando il forno a 180° e mettendo i semi di anice ad ammorbidire nel vino bianco.
In una scodella setacciate la farina con il sale e il lievito. A queste aggiungete lo zucchero e poi disponete a fontana il composto sulla spianatoia Al centro di questa versate l'olio e il vino, nel quale avete precedentemente ammorbidito i semi di anice. Impastate il tutto molto bene fino ad ottenere una massa compatta ed omogenea.
Ora potete iniziare un po' alla volta a ricavare, prendendo delle piccole quantità d'impasto, le vostre ciambelline. Prima di posizionarle sulla teglia imburrata e foderata con della carta da forno, immergete ogni ciambella nello zucchero (solo da un lato, mi raccomando!) e poi posizionatele con questo lato zuccherato verso l'alto. Cuocete i dolcetti per 25-30 minuti e poi fateli raffreddare bene prima di conservarli in un contenitore dalla chiusura ermetica.


20 settembre 2013

Muffins ai Mirtilli Rossi con lo Streusel

INGREDIENTI: (x 12 muffins)
350g farina00
180g di zucchero
180ml latte
160g di olio di mais
1 uovo grande leggermente sbattuto
1 cucchiaino di lievito per dolci
vanillina
200g di mirtilli

(x lo Streusel)
4 cucchiaini di burro morbido
4 cucchiaini di zucchero
2 cucchiai di farina00
1/2 cucchiaino di cannella in polvere

La prima cosa che dovrete preparare è lo streusel, la golosa decorazione che renderà ancora più speciali i vostri muffins. Va preparata mescolando tutti quattro gli ingredienti sopra elencati e poi messa in frigo a rapprendere fino all'utilizzo.

Ora passiamo all'impasto. Preparate due ciotole, dove unite da una parte gli ingredienti secchi (farina, zucchero, vanillina e lievito e, dall'altra, gli ingredienti liquidi (uovo, latte e olio). Dopodiché li mescolate (unendo l'umido al secco) e per ultimo aggiungete i mirtilli amalgamandoli bene al composto.
Prendete un tegame da muffin e mettete un pirottino in ogni stampo, poi versateci un po' di miscela in ognuno(consigliamo riempirli bene così da farli venire belli gonfi) e sulla superficie cospargete un po' dello streusel preparato prima (sbriciolandolo un po'  se dovesse essersi indurito troppo in frigo).

Cuocete per circa 20 minuti a 190°.



18 settembre 2013

Crostata alla marmellata senza uova

La riuscita di questa nuova versione di crostata è stata sorprendentemente ottima. E' risultata più leggera, digeribile e fragrante di quella tradizionale e ottima anche per soddisfare il palato di chi purtroppo deve evitare ingredienti come uova o burro. Per di più, rispetto alla pasta frolla tradizionale non ha richiesto né una lunga lavorazione, né un tempo di riposo in frigo. Che dire se non che ... "A volte la semplicità paga!!".


INGREDIENTI:
300g di farina00
130g di zucchero
70g di olio
100ml di latte
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 limone (scorza)
250g di marmellata (a vostro piacimento)

Su una spianatoia o all'interno di una ciotola, impastate tutti gli ingredienti. Poi stendete la pasta con un mattarello per formare la base della crostata (spessore di circa 1/2 cm), serbando una parte che vi servirà per le striscioline (ed eventuali decorazioni) finali con cui decorare la superficie. Dopo aver foderato un tegame da crostata con la carta forno, stendete la base all'interno, farcitela con la marmellata che avrete scelto e decorate la superficie come più vi piace.
Infornate in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti circa. A cottura ultimata, lasciate raffreddare bene come da abitudine e poi scegliete il momento della giornata migliore per gustarvela da soli o in compagnia!! ^_^







26 agosto 2013

Simil Bounty dietetici

Stavolta vi vogliamo proporre qualcosa di buono ma meno "dannoso" per la linea e che farà al caso anche di tutte le persone intolleranti al lattosio (in questo caso chiaramente dovrete scegliere il cioccolato fondente per la copertura) e al glutine. A differenza dell'altra ricetta dei bounty made at home, questa infatti non presenta il latte condensato. Forse proprio per questa ragione li noterete molto meno "zuccherosi" dei bounty tradizionali... l'aggiunta di zucchero quindi la lasciamo ai vostri palati! :)

INGREDIENTI
130g di farina di cocco
20g di farina di riso
20g di fecola di patate
3 cucchiai di zucchero
1 cucchiaino colmo di essenza di vaniglia
150ml di acqua
200g di cioccolato fondente/al latte



Ottenere questi dolcetti è molto semplice. Basta che mescoliate tutti gli ingredienti nell'ordine che compaiono. Con il composto ottenuto formate tante palline e le infornate in una teglia (rivestita con carta da forno) a 180° per 10 minuti. Lasciate intiepidire e, dopo aver fatto sciogliere il cioccolato a bagnomaria, le immergete ricoprendole interamente e le mettete a scolare il cioccolato eccedente.

Vi consigliamo di conservarli in frigorifero, specialmente nei periodi estivi. 

10 agosto 2013

LemonApple Pie

INGREDIENTI:
(x la base)
250g Biscotti Digestive
80g burro


(x il ripieno)
3 tuorli
1 barattolo di latte condensato
2 limoni

2 mele di grandezza media
2 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di farina
succo di 1 limone
cannella q.b.
(x decorazione meringata)
3 albumi
1 cucchiaino di cremor tartaro
180 g zucchero al velo




Per prima cosa prepariamo la base della nostra LemonApple Pie.
Stendete sul piano da lavoro uno strato di carta da forno. Tritatevi sopra i biscotti aiutandovi con un mattarello. Versate i biscotti tritati in una ciotola e aggiungetevi il burro, precedentemente sciolto e lasciato raffreddare. Mescolate bene e versate il tutto all'interno di un tegame da forno imburrato e coperto con della carta forno. Tenete in frigo.

Nel frattempo, prepariamo il ripieno e la copertura esterna del dolce.
Per ottenere la "crema gialla" bisogna, per prima cosa, unire il latte condensato al succo di 2 limoni e poi aggiungervi i tuorli. Versate la crema così ottenuta sullo strato di biscotti già preparato e riponete il tegame di nuovo in frigorifero.
La chicca di questa nostra variante della Lemon Pie è l'aggiunta delle mele cotte insaporite alla cannella che dovranno essere prima tagliate a fette e mescolate in una ciotola con lo zucchero, la farina, il limone e la cannella. Dopodiché prendete una pentola capiente e cucinate le mele per circa 6-7 minuti, girandole delicatamente a metà cottura, facendo attenzione a non romperle. Infine le disponete una alla volta sopra la crema gialla nel modo che più preferite.

Per ottenere la decorazione meringata, in un'altra ciotola montate a neve soda gli albumi con il cremor tartaro e una volta raggiunto il punto neve aggiungete lo zucchero al velo. Aiutandovi poi con una tasca da pasticciere andrete a formare con questa crema tanti piccoli ciuffetti su tutta la superficie del dolce, donandogli così il suo aspetto tradizionalmente caratteristico.

Cuocete in forno preriscaldato a 180º per 10-15 minuti (finché non ottenete la doratura ottimale della meringa che vedete nella foto). Una volta terminata la cottura, lasciate raffreddare il dolce a temperatura ambiente. 

È un dessert che va conservato in congelatore e tenuto fuori per una mezzora prima di servirlo.

30 luglio 2013

"La Mars Cheesecake"

Ed eccoci tornati con una ritrovata dedicata ai super golosi!!! :)
Una versione del cheesecake capace di lasciarvi veramente senza parole.... un po' come è successo a noi la prima volta che lo abbiamo realizzato. Il rischio però è quello di finirlo in men che non si dica!!!! Quindi, PAY ATTENTION! :P



INGREDIENTI:
(Per la base)
250 g di biscotti Digestive
100 g di burro

(Per la farcia)
500 g di ricotta
1 confezione di yogurt greco
100 g di zucchero
300 g di panna montata
6 g di colla di pesce/gelatina
4 mars




(Per la glassa di copertura)
2 mars
2 cucchiai di zucchero di canna
20 g di burro
2 cucchiai di panna (o latte)
1 cucchiaio di miele
nocciole sbriciolate q.b. (che potete omettere in caso di intolleranze alimentari come abbiamo fatto in questo caso)

Prima di tutto imburrate e infarinate per bene una teglia da cucina a cerniera oppure un pirix in vetro foderato con della carta forno e mettete da parte.
Prepariamo così la base della nostra cheesecake esattamente come facciamo per il tradizionale cheesecake.Unite il burro sciolto ai biscotti tritati a mano in modo grossolano e mescolate bene. Stendete uniformemente questo composto sul fondo della vostra teglia/pirix e mettete in frigo.

In una ciotola montate la panna ben ferma e tenetela da parte.
Lasciate in ammollo i fogli di gelatina in un piatto fondo con dell'acqua fredda.
Utilizzando lo sbattitore lavorate in una ciotola la ricotta con lo zucchero, aggiungete lo yogurt e fate in modo che si amalgamino per bene.
Poi, in un pentolino sciogliete a fiamma bassa i fogli di gelatina strizzati con due cucchiai di panna e versateli a filo nella ciotola sempre con lo sbattitore in funzione. Successivamente con l'aiuto di una spatola incorporate un po' alla volta la panna montata con dei movimenti dal basso verso l'alto in modo tale che non vi si smonti.

A questo punto versate metà del composto nella tortiera sopra la base dei biscotti e su questo distribuite in modo uniforme i Mars tagliati grossolanamente (non troppo grandi altrimenti sarà un'impresa tagliare le fette decentemente!); terminate coprendo con il composto restante. Tenete in frigo per un paio di ore.

Dieci minuti prima di togliere il dolce dal frigo, preparate la glassa di copertura: sciogliendo in un pentolino i Mars spezzettati con la panna, lo zucchero, il burro e il miele. Fatela raffreddare per 5 minuti e versatela quindi sul cheesecake distribuendola uniformemente su tutta la superficie. Come tocco finale potete cospargerla a vostro piacimento di nocciole sbriciolate oppure ometterle e limitarvi alla glassa super golosa!

E' consigliabile lasciare il dolce in frigo per almeno 4-5 ore, apponendo uno strato di carta stagnola alla base per evitare che la glassa possa imbrattare tutto. A seconda dei gusti potrete scegliere se tenerlo in frigo (e gustarlo in tutta la sua scioglievole cremosità) oppure in congelatore, tirando fuori le porzioni una mezzora prima di servirle (ottenendo la consistenza di un semifreddo).


7 luglio 2013

SORBETTO ALLA PESCA




Il sorbetto prende il suo nome dalla parola araba "sherbet" ovvero "dolce neve". Non a caso si narra che alle origini gli antichi lo preparassero proprio usando la neve mescolata al miele o  ai succhi di frutta!

Conosciuto come il progenitore del gelato, si presenta come un dessert estivo molto più leggero perché privo dei tanti grassi contenuti nei gelati alla crema (panna/latte o uova). 
Il sorbetto è infatti tradizionalmente a base di acqua, zucchero e purea di frutta, eventualmente arricchito essenze e liquori che servono ad abbassare il punto di congelamento della miscela rendendola quindi più cremosa.



INGREDIENTI:
8 pesche medie (mature)
4-5 cucchiai abbondanti di zucchero
1 bastoncino di cannella
1 pezzetto di buccia di limone
1 limone 
2 cucchiai di liquore alla pesca/ arancia / mandarino
1 pesca per decorazioni


Lavate e sbucciate le pesche. Tagliatele a pezzetti e mettetele in una pentola insieme allo zucchero, alla cannella e alla buccia di limone. Versate una quantità d'acqua sufficiente a ricoprire il tutto e cuocete a fuoco basso per 7-8 minuti, girando di tanto in tanto.

Togliete il bastoncino di cannella e aggiungete mescolando il succo (passato con un colino) di limone e il liquore che avete scelto; frullate quindi finché non ottenete un liquido leggermente denso.

A questo punto travasate la miscela in un contenitore di metallo, lasciatela raffreddare e poi mettetela in congelatore per 1 ora. Passata quest'ora estraetela dal frigo e mescolate bene a mano o con un mixer, per rompere i cristalli di ghiaccio che si saranno formati. Questa operazione la dovete ripetere per almeno 3 volte (a intervalli di un'ora).

Infine, servite dopo un'ultima mescolata decorando con qualche fetta di pesca.

28 giugno 2013

Banana Cake


Cosa c'è di meglio che addolcire la stagione estiva preparando dolci a base di frutta per continuarci a coccolare sì ma con salute? Questo dolce che vi presentiamo oggi è perfetto per iniziare le vostre giornate con la bella carica vitaminica che spontaneamente sprigionano le banane.


INGREDIENTI:
-125g di burro a temperatura ambiente
-280g di zucchero di canna
-2 uova
-4 banane mature
-280g di farina
-1 e 1/2 cucchiaino di lievito in polvere
-un pizzico di sale
-1 cucchiaino di essenza di vaniglia

-Noci a piacere



Prima di iniziare a realizzare questo dolce semplice e gustoso, vi consigliamo di tirare fuori dal frigo le uova e il burro per un'oretta in modo da utilizzarli a temperatura ambiente.

In una ciotola unite il burro e lo zucchero (a mano o con un battitore elettrico)
poi aggiungete le uova, una per volta incorporando delicatamente.
In un altro recipiente preparate una purea di banane, utilizzando un frullatore o omogeneizzatore. Dovete ottenere una purea abbastanza liquida.

A questo punto unite la purea appena ottenuta alla prima miscela di burro, uova e zucchero e mescolate fino ad ottenere un insieme omogeneo. A questo poi aggiungete la farina setacciata insieme al lievito, la vanillina, il pizzico di sale e le noci tritate (grossolanamente o finemente a seconda dei gusti) e miscelate nuovamente.

Imburrate un tegame da budino o da plumcake, a seconda della forma che volete dare al vostro Banana Cake e versate al suo interno il composto.

Fate cuocere a 180° per 50' e poi lasciate raffreddare prima di servire.

Questo dolce consumato semplice com'è, senza l'aggiunta di creme, è squisito e aromatico grazie alla presenza delle banane e delle noci ma se siete degli autentici golosoni come noi di Yamarie.... consultate questo link per scoprire come ottenere il "Frosting di banana alla YaMaRiE".

Ma se la pigrizia è tanta o il tempo a disposizione scarseggia, potete sempre accompagnare le fette di Banana Cake con delle palline di gelato a vostro piacimento.

Frosting di banana alla YaMaRiE

Il Frosting di banana fa parte della famiglia delle Buttercream frosting che in America si utilizzano per farcire i dolci (torte, plumcake, cupcake, ecc). Non sono altro che delle creme a base di burro che poi si personalizzano a seconda delle esigenze con l'aggiunta di altri ingredienti. In questo caso vi diamo la ricetta della crema alla banana che vi servirà per farcire il Banana Cake oppure, messo in congelatore, potrà essere gustato come un buon gelato fresco.

INGREDIENTI:
300g di zucchero al velo
130g di burro ammorbidito
1 banana (ridotta in purea)
1/2 succo di limone 
200ml di panna montata
1 cucchiaino di zucchero al velo
colorante giallo (optional)

Preparare questa farcia è veramente molto semplice. Iniziate con l'unire delicatamente lo zucchero al velo al burro ammorbidito a temperatura ambiente fino ad ottenere una miscela omogenea. Poi aggiungete la purea di banane, passata precedentemente per un colino e il succo di 1/2 limone, anch'esso passato per il colino.
L'ultimo ingrediente che incorporate è la panna montata e il cucchiaino di zucchero al velo. L'aggiunta del colorante la lasciamo a vostro piacimento, serve giusto a dare alla crema il caratteristico e sfizioso colore giallino.


20 giugno 2013

"Pancakes"




Immancabili per una tipica colazione all'americana sono i PANCAKES! Sono dolci molti simili a crêpes ma dallo spessore più alto, dovuto alla consistenza più cremosa del composto.  Potete gustarli in mille e più varianti, seguendo gli abbinamenti che più preferite. Che aspettate a regalarvi un risveglio in autentico stile americano? :D


INGREDIENTI: (x 4 pancakes)
1 uovo
170g farina 00
180ml latte
20g olio
20g zucchero
1 cucchiaino colmo di lievito in polvere

Nutella / marmellata / miele / sciroppo d'acero (il famoso"maple syrup")


In una ciotola unite uova, zucchero e olio e mescolate per bene. Aggiungete la farina setacciata e amalgamate a mano oppure con lo sbattitore. Per ultimo aggiungete il lievito al composto e miscelate. Lasciate riposare almeno per un quarto d'ora.Ungete con un po' di burro una padella antiaderente dal fondo stretto e dopo averla fatta riscaldare per qualche minuto versate il composto a cucchiaiate (consigliamo un mestolo da brodo di grandi dimensioni).
Fate cuocere finché non diventano facilmente staccabili dal fondo e notate l'affiorare di bollicine sulla superficie. A questo punto, aiutandovi con una spatola antiaderente, li girate e fate cuocere dall'altro lato fino a raggiungere la doratura desiderata.
I pancake sono ottimi se mangiati caldi caldi accompagnati da ciò che preferite tra: miele, sciroppo d'acero, marmellata, nutella o yogurt e frutta.

(NB: I pancake americani hanno all'incirca un diametro di 14 cm e uno spessore di 1/2 cm, al contrario delle crepes francesi). 




18 giugno 2013

"American Lemon Pie"

Oggi la ricetta di un dessert fresco e dolce quanto basta per accogliere l'estate ormai alle porte! ^_^




INGREDIENTI:
(x la base)
250g Biscotti Digestive
100g burro
(x il ripieno)
3 tuorli
1 barattolo di latte condensato
2 lime
(x decorazione meringata)
3 albumi
1 cucchiaino di cremor tartaro
180 g zucchero al velo


Per prima cosa prepariamo la base del nostro pie.
Tritate i biscotti con il mixer. Mettete i biscotti tritati in una ciotola e unite al burro precedentemente sciolto e lasciato raffreddare. Versate il tutto all'interno di una tortiera coperta con della carta forno. Tenete in frigo.
Nel frattempo, prepariamo le creme che andranno a comporre i due strati del nostro dolce.
Per ottenere la "crema gialla" bisogna, per prima cosa, unire il latte condensato al succo di 2 lime e unirlo ai tuorli. Versate la crema così ottenuta sulla base di biscotti e rimettete il tegame in frigo.
Infine, per ottenere la "crema bianca" della superficie montate a neve soda gli albumi con il cremor tartaro e una volta raggiunto il punto neve incorporate delicatamente lo zucchero al velo. Aiutandovi poi con una tasca da pasticciere andrete a formare tanti piccoli ciuffetti su tutta la superficie del dolce, donandogli così il suo aspetto tradizionalmente caratteristico. 


Cuocete in forno preriscaldato a 180º per 15 minuti. Una volta terminata la cottura, lasciate raffreddare il dolce a temperatura ambiente. 

È un dessert che va conservato in congelatore. Vi consigliamo pertanto di tirarlo fuori almeno una 30' prima di servirlo ;) 














16 maggio 2013

Torta Povera alla Nutella

Una torta super golosa ma al tempo stesso "leggera"?! Impossibile direte... invece no... questa è la prova di come si riesce ad ottenere un'ottima torta alla nutella senza usare né un solo uovo né un solo grammo di burro o di olio! Sù, provateci anche voi :) 



INGREDIENTI:
200g farina 00
50g di fecola di patate
1 cucchiaio di cacao
120g di zucchero
1 bustina di lievito vanigliato
350ml di latte
200g di nutella

zucchero a velo/ glassa





In una ciotola setacciate le farine, il cacao e il lievito. Aggiungete lo zucchero e mescolate il tutto.
In una seconda ciotola unite la nutella con il latte, versando a filo quest'ultimo mentre pian piano girando la nutella si scioglie.

Unite il composto liquido al primo delle farine e fate amalgamare il tutto molto bene servendovi di una frusta manuale.

Foderate o imburrate una tortiera diametro 22cm, versate al suo interno la miscela e infornate in forno preriscaldato a 180° x circa 50 minuti (infallibile ricordate è la prova dello stecchino!!).

Il tocco finale che darete a questa torta dipenderà dai vostri gusti. La potete decorare soltanto in superficie oppure farcire con del ripieno alla crema, alla panna oppure con la stessa nutella.

Noi abbiamo optato per una golosa finitura alla glassa come potete vedere, risparmiando però sulle calorie del ripieno! :P

9 maggio 2013

Muffins ai Frutti di Bosco


Oggi un'idea per offrire ai vostri cari una colazione golosa ma nutriente al tempo stesso. L'aggiunta dei frutti di bosco li rende un concentrato di vitamine, fibre e sali minerali e il loro dolce sapore, abbinato all'avvolgente delicatezza coccolerà il palato di chiunque abbiate a cuore! :) 

INGREDIENTI: (x 12 muffins)
200g di frutti di bosco (freschi o surgelati)
200g di farina00
130g di zucchero
2 cucchiaini di lievito vanigliato
un pizzico di sale
1 uovo
60g di latte
60g di yogurt
1 fialetta essenza di limone
60g di burro fuso tiepido
zucchero di canna q.b.

Se avete trovato una confezione di frutti di bosco surgelati, scongelate la quantità sopraindicata (a temperatura ambiente o al microonde). Poi la versate in un piatto fondo, la mischiate ad 1 cucchiaio di farina e mettete da parte.

Procurandovi due ciotole, in una mescolate farina, zucchero, lievito e sale.
Nell'altra sbattete prima l'uovo da solo, poi incorporate il latte, lo yogurt, la fialetta e il burro fuso (lasciato ben intiepidire!). A questo punto, unite un po' per volta la miscela liquida a quella secca finché non ne uscirà un composto omogeneo.
Per ultimo, aggiungete i frutti di bosco precedentemente infarinati e avvolgete il tutto delicatamente con un cucchiaio di legno finché non si saranno ben incorporati all'impasto.

Prendete uno stampo per muffins, mettete un pirottino in ogni buchetto e riempitene circa i 2/3 con l'impasto. Ultimate con una spruzzata di zucchero di canna su ogni muffins se volete dare un tocco speciale ai vostri dolcetti.

Infornate a 180° (forno preriscaldato) e cuocete fino a doratura... nel nostro caso 25 minuti sono stati sufficienti!




27 marzo 2013

Biscotti al sesamo

La ricetta che condividiamo oggi è una ricetta dolce particolare in quanto prevede l'uso di un alimento prezioso, come il sesamo, che in Italia è assai amato, particolarmente nelle regioni del Sud Italia e in Sicilia, dove spesso la tradizione vuole che venga aggiunto al pane e ai biscotti. Il sesamo è ricco di proteine, sali minerali (calcio, fosforo, zinco, potassio, magnesio, selenio), vitamine tra le quali una molto importante, conosciuta come vitamina T che lo rende un'ottimo ricostituente per le piastrine del sangue e dell'emoglobina.
Chissà che il detto "Apriti sesamo" non si riferisca proprio alle infinite proprietà nutritive e vitali di questo alimento che, con la sua piccola grande potenza, schiude le porte della forza e della vitalità contenute in ognuno di noi ;) 





INGREDIENTI:
100g di burro/ margarina
90-100g di zucchero
1 uovo
1 cucchiaino di essenza di vaniglia
200g di farina 00 setacciata 
1 pizzico di lievito 
1 pizzico di sale
semi di sesamo q.b.




In una ciotola lavorate bene lo zucchero e il burro/margarina finché non ottenete un composto spumoso; poi unite l'uovo e la vaniglia.  Setacciate in una ciotola la farina con il lievito e il sale e incorporate alla precedente miscela amalgamando il tutto (inizialmente con un cucchiaio di legno, per ultimo a mano).
E' consigliabile far riposare in frigo l'impasto ottenuto per almeno 1-2 ore per ottenere dei biscotti fragranti e friabili, ma anche riuscire a lavorare meglio la massa.
Portate il forno a 180° e foderate la teglia con la carta da forno. Prendete l'impasto e dividetelo in 2 parti. Fate due rotoli e tagliate delle fette di circa 1 cm l'una. Rotolatele nei semi di sesamo che avrete versato in un piatto o nello stesso piano da lavoro. Infine, disponete sulla teglia e infornate per circa 15-20 minuti. Come sempre, fate raffreddare prima di offrire se volete gustarne il vero sapore.


22 marzo 2013

Min Pao de coco


Dovete sapere che la gastronomia peruviana è una delle più variegate del mondo. Non è un caso che si tratti del Paese con il maggior numero di piatti tipici: ne conta ben 491! 
Osservandoli più da vicino questi piatti richiamano alla mente tradizioni francesi, italiane, cinesi, africane e giapponesi. Il motivo è che nella tradizione culinaria si riversano almeno 5.000 anni di storia ed influenze dei colonizzatori spagnoli e degli schiavi spagnoli. Non mancano poi influenze dei grandi chef francesi fuggiti alla Rivoluzione e rifugiatisi a Lima, capitale del Vicereame del Perù. Importanti anche le ‘contaminazioni’ cinesi, italiane e giapponesi a seguito dell’immigrazione.
Quella di oggi è infatti una variante di una ricetta tipicamente orientale, ribattezzata Min Pao dalla tradizione gastronomica peruviana, ma meglio conosciuta nel paese natale come Baozi.



INGREDIENTI:
(X la pasta)
300g di farina 00
1 cucchiaio di olio di semi
1/2 cucchiaino di vaniglia
1 bicchiere (150g) di acqua tiepida
11g di lievito
37g di zucchero

(X il ripieno)
225g cocco grattugiato
150g zucchero
75g burro a temperatura ambiente
1uovo


Per realizzare questo dolce peruviano orientale abbiamo iniziato preparando il ripieno, così da averlo già pronto per l'uso. 
Mescolate in una ciotola il cocco, lo zucchero, il burro e l'uovo, e tenete la miscela ottenuta a riposare in frigo finché non la dovrete utilizzare.

Sciogliete in un bicchiere d'acqua tiepida il lievito sbriciolato e lo zucchero, lasciando in un luogo caldo per circa 15 minuti. Dopodiché versate in una terrina, aggiungete l'olio, mescolando aggiungete l'essenza di vaniglia e infine incorporate un poco per volta la farina setacciata. Quando inizierete a notare l'impasto difficile da muovere, iniziate a lavorarlo con le mani (come fate per l'impasto del pane o della pizza).
Quando il panetto sarà liscio e bello omogeneo, dividetelo in circa 30 palline. Stendetele a mano una alla volta e farcitele con un cucchiaino di ripieno che sarà ormai diventato semisolido.
Chiudete ogni pallina come vedete nella terza fase (da sinistra) mostrata nell'immagine in alto, e fatele lievitare per 40' se non 1 ora. 

Per cuocerle, come abbiamo fatto noi, dovrete ricorrere ad una cottura al vapore di 5-8 minuti. Servite i vostri Min pao bagnati di latte condensato oppure di miele (miele italiano o sciroppo d'acero americano).


NB. *Se preferite potete congelarne una parte e a quel punto scegliere se cuocerle al vapore oppure in microonde per circa 1 minuto. La consistenza è la stessa, morbida e tipicamente gommosa. 

*La stessa pasta può essere anche fritta se volete. Di sicuro il gusto ne esce esaltato e la stessa consistenza, diventa più croccante. A voi la scelta ;) 



21 marzo 2013

Tiramisù senza glutine

Per realizzare la versione del tiramisù alla YaMaRiE senza glutine basterà usare al posto dei pavesini, tradizionalmente adoperati, il pan di spagna che trovate fra le ricette *Delizie senza glutine*, lasciando invariati tutti gli altri ingredienti. E' leggermente diverso dall'originale ma il risultato vedrete che non delude ;) 


INGREDIENTI: 
Pan di spagna tagliato in tante fette medio sottili e rettangolari
500g mascarpone
4 tuorli
4 albumi
8 cucchiai di zucchero
6 tazzine di caffè/ latte/ latte e cioccolato (nesquik)
cacao amaro


In una ciotola sbattete bene i tuorli con 4 cucchiai di zucchero per 10 min circa. Poi, aggiungete 250 g di mascarpone e sbattete per 1 min (senza esagerare altrimenti rischiate che il composto si smonti!).

Preparate uno stampo rettangolare di media grandezza, foderandolo con della carta forno. Il suo interno (base e laterali) dovrà essere totalmente ricoperto di pan di spagna previamente bagnato nel caffè, oppure nel latte/latte e cioccolato.  Versateci sopra il composto precedentemente preparato e, seguendo la procedura di prima, ricopritelo di altri rettangoli di pan di spagna e tenetelo in frigo. 


Nel frattempo, lavoriamo gli albumi che devono essere montati a neve soda, per poi aggiungerci un poco alla volta i 4 cucchiai restanti di zucchero. Sbattete per un totale di 10 min fino a che non si sentiranno più i granuli dello zucchero. Infine, aggiungete i 250g di mascarpone restante e sbattete per 1 min.
Ultimate con un ultimo strato di pan di spagna imbevuto di caffè, richiudendo bene i lati, e spolverate il tutto con del cacao amaro.
Conservatein congelatore e toglietelo 1-2 ore prima di servirlo, a seconda delle preferenze.




20 marzo 2013

Pan di spagna (senza glutine)

La ricetta che vi diamo oggi è una ricetta base che potete utilizzare come volete, personalizzandola in base ai vostri gusti ed esigenze. Farcita con un goloso ripieno, oppure in versione light, con pezzetti di frutta o una leggera spruzzata di zucchero a velo.

Noi ad esempio, ultimamente l'abbiamo sfruttata per creare una versione del tiramisù che potesse essere mangiata anche dai celiaci, senza però sacrificare il gusto della versione originale targata YaMaRiE. Nel prossimo post, vedrete in che modo ci siamo ingegnate ^_^ 


INGREDIENTI:
4 uova

200g di zucchero
1 vasetto di yogurt (o se preferite da sostituire con 125g di burro)
125ml di olio di mais
220g di farina senza glutine
2 cucchiaini di lievito
essenza alla vaniglia/ limone/ arancia


Separate in due ciotole i tuorli dagli albumi. Montate i tuorli con 100g di zucchero con lo sbattitore fino ad ottenere una crema chiara e spumosa.
Poi aggiungete mescolando l'olio, lo yogurt/burro e l'essenza che avrete scelto di utilizzare.
Nella seconda ciotola montate a neve soda gli albumi con i 100g restanti di zucchero, per circa una decina di minuti. 
A parte setacciate farina e lievito e incorporate alla prima miscela a base di tuorli, alternandole agli albumi (terminando con la farina) con il classico movimento avvolgente che utilizziamo per basi morbide e spugnose, come torte e pan di spagna, che hanno bisogno di delicatezza nella realizzazione.


Infine, versate la miscela in una tortiera foderata e infornate a 160° per 50 minuti, o perlomeno finché la cottura non sarà ultimata (è sempre buona abitudine ricorrere alla prova dello stuzzicadenti inserito al centro del dolce per testarne l'effettiva cottura integrale).

NB: Come consiglieremo per ogni altro dolce lievitato senza glutine, è bene cuocerlo in forno assieme ad una bacinella d'acqua per garantire un livello costante di umidità, necessario per questo tipo di farine.

14 marzo 2013

Fruit Pops e Gelato Ciocco-Banana

FRUTTA BUONA, SALUTARE E... "AMICA"

Come ben sappiamo la frutta fa molto bene ma non tutti i bambini ne sono conquistati vedendola al naturale... Avete mai combattuto con i vostri piccoli perché riuscissero a mangiare un po' di frutta a merenda? Spesso senza riuscirci oppure mettendo in scena un'autentica tragedia greca?!

Per questo motivo abbiamo pensato di proporvi un'idea originale, che ne dite se gliela offrissimo in una veste nuova, rivisitata e molto simpatica?


Ottenere queste due varianti è molto semplice. La prima, che abbiamo ribattezzato "I Fruit Pops", la si realizza utilizzando le formine da biscotti nelle forme che più piacciono a voi o ai vostri bambini (in questo caso a forma di fiore e di cerchio) e un bastoncino da lecca lecca. Il melone e l'anguria si adattano particolarmente a questo tipo di realizzazione ma potete provare anche con dell'altra frutta.

La seconda proposta invece, che abbiamo chiamato "Gelato Ciocco-Banana", consiste nell'immergere le banane nel cioccolato sciolto (bianco, al latte, fondente) e cospargerle di cocco, codette, palline di cioccolato o palline colorate e zuccherate. Poi una volta pronte, le si tengono in congelatore finché il cioccolato non avrà preso una buona consistenza. E abbiamo così ottenuto una specie di "gelato alla frutta" semplice, sano e gustoso che ai bambini delizierà.




11 marzo 2013

Biscottoni napoletani (Variante YaMaRiE)


INGREDIENTI:
(Per la frolla)


300 g di farina
130 g di zucchero semolato
130 g di burro
1 tuorlo
1 uovo
un cucchiaino di lievito
la scorza grattugiata di un limone o 1 fialetta al limone


(Per il ripieno)
Barattolo di marmellata (d'uva o di prugne)
1/2 scorza di arancia
1 cucchiaino di cannella tritata (non quella in polvere!)
70g di cioccolato fondente tritato
50g di mandorle pelate e tostate, sminuzzate in pezzi molto piccoli
Biscotti secchi (tipo Oro Saiwa) tritati (da aggiungere soltanto nel caso notaste l'impasto ancora poco consistente)
(Per la glassa)
1 albume
50 gr di zucchero al velo

Iniziate preparando la frolla unendo in una ciotola la farina, lo zucchero e il lievito. A questi aggiungete poi il burro tagliato a tocchetti (freddo appena tolto dal frigo) e iniziate ad impastare velocemente con le mani finché non ottenete un composto sabbioso e farinoso. Quindi, formate la classica fontana nel cui centro versate l'uovo, il tuorlo e la fialetta di limone/ scorza di limone. Amalgamate velocemente il tutto fino a che l'impasto non risulta compatto.  Poi, formate un panetto e lo lasciate riposare in frigorifero almeno per 30 minuti. 
Nel frattempo preparate il ripieno unendo gli ingredienti sopra indicati e formate con questo impasto una specie di salsicciotto.

Stendete la pasta frolla su un foglio di carta da forno e cercate di formare un rettangolo e mettere al centro il salsicciotto prima ottenuto che consigliamo di appiattire un po' con il mattarello per semplificarvi l'operazione.
Richiudere bene il tutto e tagliare delle fette di circa 2 cm.

Posizionatele sulla teglia foderata e cuocerle a 180° per circa 20 minuti (o di più a seconda della potenza del forno) finché non avrete ottenuto la doratura desiderata. Nella foto potete vedere come escono i biscottoni appena sfornati senza la spennellata di glassa. Se invece preferite decorarli come nella foto principale basterà preparare la glassa con l'albume e lo zucchero (e se volete esaltarne il sapore, aggiungete un cucchiaino di essenza di vaniglia/ limone) e stendetela sui biscotti con un pennello da cucina.

9 marzo 2013

Torta Lime e Cocco con glassa di limone e formaggio cremoso

INGREDIENTI:
150 di burro ammorbidito
185g di zucchero
2 cucchiaini di succo di lime
2 uova leggermente sbattute
215 di farina
45g di cocco
185ml di latte

(x la glassa)
60g di formaggio cremoso
30g di burro ammorbidito
2 cucchiaini di succo di limone 
1 cucchiaino di essenza di vaniglia
185g di zucchero

Preriscaldate il forno a 180° e ungete di burro una tortiera 22 x 12cm e foderate con la carta forno.
Sbattete il burro, lo zucchero e il lime in una ciotola con lo sbattitore fino ad ottenere un composto chiaro e cremoso.
Aggiungete gradualmente le uova e poi mescolando la farina setacciata e il cocco, alternati al latte.
Spalmate il composto così ottenuto dentro la tortiera, pareggiando la superficie e infornate per 50 minuti circa (vi consigliamo come sempre la prova dello stuzzicadenti perché i tempi di cottura variano in  base alla potenza del forno).
Una volta sfornata la torta lasciatela per 5 minuti nella tortiera, poi rovesciatela su di una griglia e fate raffreddare.

Per ultimo preparate la glassa mescolando gli ingredienti sopra elencati con lo sbattitore elettrico e spalmate o farcite la torta a vostro piacimento.



7 marzo 2013

Torta Celestiale YaMaRiE

INGREDIENTI
6albumi
qualche goccia di limone
un pizzico di sale
500g di panna da montare
180g di latte condensato

(x la base)

Vedi ricetta del Pionono 



(x il pralinè decorativo)

200g di zucchero
100g di mandorle pelate

La prima cosa da preparare per realizzare questa torta speciale è il pralinè, ossia il croccantino che decorerà la superficie del dolce. Vi consigliamo di prepararlo un giorno prima e conservarlo dentro un barattolo di vetro.

Per ottenere il croccantino, fate sciogliere in un pentolino lo zucchero fino a raggiungere la consistenza del caramello,poi aggiungete le mandorle e girate. Quando avrà raggiunto un bel colore scuro, togliete dal fuoco e versate il tutto sopra un foglio di carta forno per farlo raffreddare.
Una volta raffreddato, spezzettate il croccantino così ottenuto e tritatelo leggermente col mixer. Tenete da parte.

La seconda parte di questo dolce (che come il pralinè è meglio prepararlo il giorno prima) è la base, ottenuta utilizzando le fette del pionono (la girella ripiena) disposte in modo tale da riempire la base circolare del tegame. Per questo dolce l'ideale sarebbe farcire la girella con della marmellata di fragole.

Per quanto riguarda la crema iniziate unendo in una ciotola gli albumi, il limone e il sale. In un'altra ciotola invece montate bene la panna e unite il latte condensato con movimenti avvolgenti, in modo tale da non smontare il composto, poi aggiungete alla prima miscela.

Montare questa torta è abbastanza semplice, l'ordine da seguire è il seguente:
-base di pionono
- crema (poco più di quanto basta a ricoprire la base)
- una sbriciolata di pralinè
- crema
- una sbriciolata di pralinè
- crema
- pralinè (come vedete nella foto)

A questo punto, come avrete immaginato il dolce, che altro non è che un semifreddo, non ha bisogno di alcuna cottura. Basterà tenerlo in congelatore per poi tirarlo fuori una mezzora prima di servirlo.

Il risultato che otterrete, credetemi, sarà veramente UNICO!